PERFORMAZIONI

Fino a poco tempo fa la cosa più suggestiva offerta dal MAGA (Museo Arte Gallarate) era la sua eccentrica locazione: dirimpettaio del cimitero con un importante display di tombe kitsch delle famiglie ricche del posto e di un maxi parcheggio dove -meraviglia- al sabato pomeriggio decine di ragazzi indiani trasformano la spianata d’asfalto in un campo da cricket. Nel museo, contemporaneamente, un susseguirsi di mostre edificanti e per bene di artisti quali Modigliani e Giacometti.

 

Knobotiq, Kotomisi – non essential mix Vol 1

 

Una piacevole tendenza sembra essersi però recentemente affermata, con attività crossmediali, live, workshop ed eventi performativi di autori ormai classici ma importanti per il progresso, come nel caso della mostra ospitata lo scorso anno del sound artista Cartsten Nicolai aka Alva Noto. Su questa apprezzabile linea di rinnovamento inaugura oggi un programma potenzialmente ricchissimo, che vede ad esempio nella prima serata il liveset audiovisivo di Ryoji Ikeda, una delle figure più rappresentative del micro sound più minimal e nipponico che ci sia. Il festival, ideato da Tec Art Eco, arrivato alla terza edizione, non a caso s’intitola Performazioni poiché ha il suo nucleo caldo proprio sul versante performativo: basta scorrere il menù per incontrare i nomi di autori come Klaus Obermaier, il trio svizzero Knowbotiq, il coreografo Gilles Jobin, il collettivo Ze Coeupel e una serata che vedrà insieme i King Tongue e Yoshua Okon.

 

Gilles Jobin, Spider Galaxies trailer

 

Tra gli appuntamenti imperdibili segnaliamo, oltre al Fractie di Cindy Van Acker (ospitato al Teatro San Materno di Ascona), Augustian Melody della Societas Raffaello Sanzio, il gruppo teatrale nato a Cesena che rappresenta una delle esperienze cruciali per le arti visive e performative in Italia e non solo. La serata finale del festival coinciderà poi con l’inaugurazione della mostra ospitata dal museo dal titolo When The Impossible Happens a cura di Vittoria Broggini, con le opere e le installazioni dei protagonisti di Performazioni. Proprio in questa serata conclusiva l’artista italiano Nico Vascellari presenterà il progetto e la performance Jesus ispirata alle figure dell’attore tedesco Klauns Kinsky e del cantante hardcore GG Allin oltre che, naturalmente, al famoso Messia.

 

Ze Coeupel, Bed-In Series


Il programma completo del festival si trova qui.

Orari e informazioni invece qui.